elce design | Elena – Museo dei Bambini
1025
post-template-default,single,single-post,postid-1025,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,,qode-theme-ver-3.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Elena – Museo dei Bambini

  |   PeopleinMilano

Elena Dondina
MUBA. Museo dei Bambini di Milano
 
Nel 1995 nasce a Milano una associazione, MUBA, un gruppo di persone che decide di unirsi con lo scopo di creare qualcosa di nuovo, diffondere un messaggio divergente nel panorama culturale della Milano di quegli anni: anche i bambini hanno bisogno di un loro spazio per la cultura, un museo su misura, un luogo che non sia una scuola né un parco giochi ma dove possano apprendere attraverso l’esperienza, esercitare la loro curiosità e sviluppare un pensiero creativo.
Elena fa parte di questo gruppo di persone, è Socia Fondatrice, membro del Cda e del Comitato Esecutivo dal 2007, quando MUBA diventa Fondazione, e dal 2011 ne è Presidente.
 
“Il progetto MUBA è come se fosse il mio terzo figlio. Lo seguo e lo faccio crescere dal primo giorno di venti anni fa, quando un gruppo di persone, dopo aver scoperto durante un viaggio negli Stati Uniti la realtà qui non ancora diffusa dei Children’s Museums, si riunì intorno ad un tavolo in Ripa di Porta Ticinese.”
Nel 2007 MUBA “cresce” e diventa Fondazione ma la strada per vedere concretizzarsi il desiderio di un Museo per i Bambini a Milano è ancora lunga. Le persone ci sono, il progetto anche ma manca un luogo!

 
È in un momento così critico che avviene un incontro apparentemente improbabile: la Rotonda della Besana, un celebre edificio sede di importanti mostre, sorto nel 1700 con funzioni religiose e cimiteriali di servizio all’Ospedale Maggiore di Milano viene proposto come spazio per realizzare un centro permanente di attività culturali e creative per bambini e ragazzi.
 
“Venne attivato un bando aperto a tutti. Gli oneri da sostenere previsti erano estremamente impegnativi, ragion per cui nessuno si presentò. Abbiamo così preso una decisione di grande coraggio, tutti noi, questo gruppo molto compatto che lavora da tanti anni, insieme, con un unico obiettivo. Ci siamo detti: questa è la nostra occasione per avere una sede, dobbiamo farcela, prendiamoci il rischio. Partecipiamo al bando e una volta vinto troveremo le risorse.”
 
Vinto il bando si parte, con investimenti minimi, certo, ma a riempire gli ampi e scenografici spazi dell’ex Chiesa di San Michele ai Nuovi Sepolcri bastano le voci, le corse, i colori dei bambini. Le antiche mura tardobarocche dialogano senza scomporsi con curiosi allestimenti dai nomi allegri: La perla di Sultan, Childrenshare, Il mercato delle storie, Caccia alle uova, Stampatelle fino al più recente Vietato non toccare (22 gennaio-15 settembre 2016).
 
“La nostra iniziativa è caratterizzata da una grande indipendenza. Resta radicato in noi il principio dell’essere sempre coerenti con le nostre idee, su come devono essere realizzati i progetti, su che basi e contenuti devono avere. Abbiamo voluto dedicare un luogo solo ai bambini, un luogo in cui vengano applicati i principi dell’educazione non formale, dove sia possibile sperimentare e giocare, divertirsi e conoscere. Crescere, attraverso l’esperienza, in modo libero e consapevole.”

 

People in Milano è il racconto delle piccole e grandi realtà di fermento culturale urbano attraverso l’esperienza in prima persona dei singoli protagonisti, persone che si sono messe in gioco trasformando la propria esperienza in un piccolo pezzo di eredità umana condivisa da tutti. People in Milano è un progetto di Elce, Valentina Di Francesco e Stefano Frattini.



Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi